Nella giornata di ieri è arrivata la notizia dell’apertura di un fascicolo della procura di Bergamo nei confronti di Giulio Centemero, tesoriere della Lega, per finanziamento illecito. La reazione del leader del carroccio non si è fatta attendere (“Non c’è nulla da cercare, spero comunque facciano presto il loro lavoro”), ma dal Movimento 5 Stelle, gli alleati di governo, sono arrivate dichiarazioni più contundenti.

In particolare sono stati Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli, capigruppo M5S alla Camera e al Senato, a sbilanciarsi: “Quella ai finanziamenti illeciti ai partiti è una battaglia che ci vede protagonisti da anni. Non possono esserci interessi esterni che influenzano la poitica. L’Italia è stata priva di trasparenza per molti anni e col nostro “spazzacorrotti” ci saranno norme che garantiranno l’assoluta trasparenza dei finanziamenti ai partiti”.

Durante la giornata, poi, è arrivata anche una lapidaria dichiarazione di Luigi Di Maio. Ecco le parole del vicepremier: “Chiederò chiarimenti a Salvini, noi non minimizziamo questa vicenda”.