Pietro Gorlier, responsabile delle attività europee di Fca ha inviato una lettera al presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Nino Boeti, in cui comincia a delineare le strategie future dell’azienda dopo l’annuncio di alcune norme presenti nella manovra finanziaria.

Gorlier, in particolare, comincia con l’annunciare l’assenza del gruppo al Consiglio aperto che oggi si terrà proprio per il settore automobilistico: “Non c’è ancora chiarezza su quello che sarà lo scenario normativo dei prossimi anni”. 

Ma non è questo il punto principale della missiva del dirigente FCA. Gorlier ha di fatto “minacciato” di rivedere il Piano Italia dopo che il governo ha annunciato l’ecotassa (o per meglio dire ecobonus per chi decide di acquistare auto elettriche e a metano): “All’interno della legge di Bilancio ci sono stati interventi che hanno radicalmente modificato lo scenario del mercato dell’auto. A nostro avviso tutto ciò va ad alterare il piano d’azione inizialmente prefissato nei prossimi anni per l’Italia”.