E’ stata aperta una nuova inchiesta, dalla procura di Bergamo, sui conti della Lega: più in particolare si indaga su finanziamento illecito dopo che l’imprenditore Luca Parnasi avrebbe versato 250mila euro all’associazione “Più voci” che ha sede proprio a Bergamo e che è strettamente legata proprio al Carroccio. Un versamento che avrebbe avuto come unico obiettivo quello di aggirare la confisca dei 49 milioni di euro dopo la truffa dei rimborsi pubblici di qualche anno fa. Confisca che agisce su qualsiasi somma che venga donata dai privati alla Lega.

Risulterebbe tra gli indagati anche il nuovo tesoriere di Salvini, Giulio Centemero. E’ arrivato anche un blitz della Guardia di Finanza, mentre il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha commentato in modo lapidario: “Non c’è nulla da trovare, né da cercare. Spero solo che facciano in fretta e che ognuno faccia il suo lavoro”. Stando a quanto si legge su “La Stampa” l’indagine sarebbe soltanto alle battute iniziali.